spazio 1999

motore di ricerca da webfantascienza
spazio1999

Spazio 1999

Prodotta: 1975-1977

Stagioni: 2

Episodi: 48

Stagioni spazio 1999 prima stagione spazio 1999 seconda stagione

Spazio 1999 (Space: 1999) è una serie televisiva britannica di fantascienza ideata nel 1973 da Gerry e Sylvia Anderson e originariamente trasmessa dal 1975 al 1977


Spazio 1999 (Space: 1999) racconta l'odissea dei membri di una colonia lunare, alla deriva nello spazio in seguito all'allontanamento del nostro satellite dall'orbita terrestre. La prima stagione di questa serie fu l'ultima collaborazione fra Gerry Anderson e Sylvia Thomas e la più costosa fino ad allora realizzata per la televisione britannica. La seconda stagione fu invece frutto della collaborazione di Gerry Anderson con il produttore americano Fred Freiberger.

Produzione

Nata dal progetto di un sequel della serie UFO, e dal nome UFO 1999, l'ideatore Gerry Anderson non trovò finanziamenti, così l'idea fu dapprima accantonata e poi ripresa, trasformandola drasticamente. I coniugi Anderson realizzarono la prima stagione tra la fine del 1973 e l'inizio del 1975, in una coproduzione tra la britannica ITC e la RAI, terminando il loro lungo sodalizio professionale, che aveva portato a numerosi successi televisivi quali Thunderbirds e UFO. Il loro divorzio e la ricerca di capitale americano, per la continuazione della serie, portò Anderson alla discussa collaborazione con lo statunitense Fred Freiberger. Furono realizzati 24 episodi per stagione. Era in progetto una terza stagione[senza fonte] ma a causa della caduta dell'indice di gradimento, unita a un disinteresse degli sponsor e della distribuzione, la serie si interruppe bruscamente con l'episodio: I dorconiani.

Trama

Il 9 settembre 1999 John Koenig assume il comando della base lunare Alpha, un'installazione scientifica permanente collocata nel cratere Plato, con il compito di approntare una spedizione esplorativa sul pianeta Meta, di recente scoperta. Nel frattempo incidenti e decessi inspiegabili colpiscono gli addetti a un deposito di scorie nucleari nonché gli astronauti candidati. Ben presto, si rileva un repentino aumento del campo magnetico generato dalle stesse scorie. Nonostante il tentativo disperato di evacuare i depositi, il 13 settembre si innesca un'esplosione di incredibile violenza, tale da provocare l'uscita della Luna dall'orbita terrestre. Inizia per gli sventurati l'odissea per il cosmo, venendo in contatto con civiltà aliene (ora ostili, ora amichevoli) e forme di vita insolite, che li inducono a una riflessione filosofica sul senso ultimo della vita.

Effetti Speciali

La produzione degli effetti speciali fu molto accurata per l'epoca, utilizzando soluzioni di alto livello nella progettazione delle Aquile e con l'arredamento futuristico degli interni. Il direttore degli effetti speciali, Brian Johnson, e buona parte del suo team, avevano già collaborato in 2001: Odissea nello spazio e continuarono per i film Alien e L'Impero colpisce ancora. Le astronavi e i veicoli, sebbene concepiti per una serie televisiva, erano modelli in scala realizzati con grande accuratezza e della migliore fattura.

Musica

La colonna sonora principale, compresi i titoli di apertura e chiusura della prima stagione, furono composti da Vic Elmes e da Barry Gray, che già aveva composto le musiche di Thunderbirds, UFO e molte altre serie degli Anderson. Altre musiche furono composte da Ennio Morricone per la versione cinematografica italiana. Per la seconda stagione fu chiamato invece Derek Wadsworth, mentre per l'edizione italiana la sigla fu composta dal duo Oliver Onions (Guido e Maurizio De Angelis) e si intitolava "S.O.S. Spazio 1999".

Distribuzione

Fu trasmesso in Gran Bretagna e negli USA dal 1975 anche se il primo episodio era già stato realizzato come pilota nel 1973. In entrambi i casi non furono network ma syndication a trasmettere la serie, ragion per cui non fu mai trasmessa in contemporanea sui rispettivi interi territori nazionali. La serie venne trasmessa fuori dalla Gran Bretagna a partire dal 1976. In Francia è conosciuta come Cosmos: 1999, in Danimarca come Månebase Alpha, in Portogallo e Brasile è nota come Espaço: 1999, i Tedeschi la chiamarono Mondbasis Alpha 1, gli Spagnoli Espacio: 1999, per gli Svedesi fu Månbas Alpha 1999, per i Polacchi Kosmos 1999, in Finlandia la serie uscì col titolo di Avaruusasema Alfa e in Argentina e Cile Cosmos 1999. Esiste anche una versione doppiata in lingua afrikaans per il mercato sudafricano, dal titolo Alpha 1999. L'edizione italiana fu anticipata di un anno da un'omonima trasposizione cinematografica, che montava gli episodi Separazione, Gli occhi di Tritone e Un altro tempo un altro luogo, con musiche di Ennio Morricone. Alla regia è accreditato il solo Lee H. Katzin, regista del primo dei tre episodi utilizzati. Al contempo Spazio 1999 divenne familiare ai giovanissimi attraverso immagini sulle copertine di quaderni scolastici e l'edizione di libri illustrati. I primi sei episodi della prima stagione furono trasmessi dall'allora Secondo Programma Rai a partire da sabato 31 gennaio 1976, con cadenza settimanale nella seconda fascia serale. I seguenti sei a partire da luglio, di giovedì in prima serata, e gli ultimi dodici nell'autunno seguente, la domenica in fascia pomeridiana, all'interno di Domenica in. La seconda stagione fu trasmessa su Rai 1 in fascia preserale a partire dalla primavera 1979, dividendo ciascun episodio in due serate con una canzone finale composta dal duo Oliver Onions, S.O.S. Spazio 1999[6][7]. La canzone era stata precedentemente registrata in versione inglese con il titolo "Miss Robot" ed è ascoltabile brevemente nei film Pari e dispari e Lo chiamavano Bulldozer entrambi interpretati da Bud Spencer[8]. L'ordine di trasmissione degli episodi fu quasi aderente a quello di produzione, con piccole variazioni, terminando infatti con Attenti ai terrestri. Le serie venne replicata nel 1988 da Rai 3[9] e nuovamente nel 1994 e nel 1996; dal 2000 da Jimmy, mentre, da agosto 2007 la Rai ha proposto sul proprio sito internet alcuni degli episodi della prima stagione in ordine cronologico.[10] Nell'estate del 2012 la serie viene ritrasmessa su Rai 2 in fascia notturna e su Fox Retro nel mese di ottobre. La trasmissione televisiva della serie sui canali Rai avvenne con i nastri video originali non restaurati degli anni settanta mentre, su tutte le altre, sono state adottate versioni restaurate.

Cast

Comandante John Robert Koenig

Martin Landau

Dottor Helena Russell

Dottor Helena Russell

Barbara Bain

Professor Victor Bergman

Professor Victor Bergman

Barry Morse

Paul Morrow

Prentis Hancock

Alan Carter

Alan Carter

Nick Tate

Sandra Benes

Sandra Benes

Zienia Merton

David Kano

David Kano

Clifton Jones

Gerald Simmonds

Gerald Simmonds

Roy Dotrice

Maya

Maya

Catherine Schell

Tony Verdeschi

Tony Verdeschi

Tony Anholt

Personaggi Apparsi solo In Alcuni Episodi o in Una Sola Stagione

Tanya Alexander

Tanya Alexander

Suzanne Roquette

Bill Fraser

Bill Fraser

John Hug

Yasko

Yasko

Yasuko Nagazumi

Ben Vincent

Ben Vincent

Jeffrey Kissoon